Obiettivi Per favorire il ricambio generazionale, Ismea ha istituito agevolazioni per l’insediamento di giovani in agricoltura, mettendo a disposizione fino a 70mila euro per i giovani agricoltori che intendono insediarsi in un’azienda agricola nel territorio nazionale.
Destinatari

 

I giovani che intendono insediarsi per la prima volta in una azienda agricola in qualità di capo azienda devono presentare un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività imprenditoriale e devono possedere i seguenti requisiti:

·         età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti;

·         cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea;

·         residenza nel territorio della Repubblica Italiana;

·         possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, attestate da almeno uno dei requisiti indicati:

– titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario; – titolo di studio di scuola media superiore in campo agrario; – esperienza lavorativa, dopo aver assolto l’obbligo scolastico, di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale; – attestato di frequenza con profitto ad idonei corsi di formazione professionale.

Requisiti Tra i requisiti è necessario dimostrare la sostenibilità economica e finanziaria dell’operazione e che l’insediamento non avvenga in aziende create dal frazionamento di imprese esistenti. L’insediamento dovrà inoltre avvenire successivamente alla presentazione della domanda di ammissione all’agevolazione e durare un periodo minimo di 5 anni.
Agevolazioni Il premio di insediamento è elargito nel quadro di un’operazione di leasing finanziario concesso da Ismea, per un intervento minimo di 200mila euro fino a un massimo di 2 milioni di euro, che verrà erogato in due tranches e dovrà essere rimborsato in rate semestrali posticipate.
Modalità e termine di presentazione domanda La domanda di partecipazione va presentata in forma telematica a partire dal giorno 11 aprile e fino alle ore 12,00 del giorno 10 giugno 2016. L’esame delle domande di partecipazione sono effettuate secondo l’ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento della dotazione finanziaria (€ 30.000.000,00).
Ammontare del contributo Il contributo viene concesso in conto interessi nella misura massima attualizzata di 70mila euro erogabile per il 60% all’avvio dell’ammortamento dell’operazione e per il 40% all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione. L’attuazione del piano deve essere avviata entro 9 mesi dalla data di stipula dell’atto di concessione delle agevolazioni e completata in un periodo massimo di 5 anni dalla stipula stessa, pena la decadenza dal contributo.